LA TRADIZIONE

TRIBUNALE DI
PENITENZA

Giovedì
22 giugno 2017, ore 21.30
Piazza Fiera

Si tratta di uno spettacolo di taglio umoristico che prelude al rito satirico della “Tonca”. Una sorta di istruttoria nel corso della quale il “Giudice Supremo”, coadiuvato da un'improbabile Corte, valuta la gravità e l'effettiva consistenza delle malefatte attribuite ad alcuni personaggi pubblici di cui si sono occupate le cronache cittadine. Al termine di un dibattito dai toni “comicamente accesi” la sentenza sarà rinviata al giorno stabilito per la “punizione esemplare” prevista con l'immersione (tonca) del condannato nelle acque del fiume Adige.


PALIO
DELL'OCA

Domenica
25 giugno 2017, ore 18.00
Fiume Adige

Una disfida in zattera lungo il fiume Adige che vede in gara i rappresentanti di tutti i rioni e i sobborghi di Trento.

Gli equipaggi, ciascuno composto da cinque zatterieri in costume, sono chiamati a superare una serie di prove di abilità che, unite al responso cronometrico della discesa, decretano il vincitore.

La competizione riesce a richiamare ogni anno migliaia di cittadini sulle rive del fiume, riportando alla memoria il tempo in cui il corso d'acqua rappresentava il cuore pulsante delle attività commerciali.

E' prevista la partecipazione, accanto agli oltre sessanta equipaggi locali, dei rappresentanti delle quattro città straniere gemellate con Trento: Berlino Charlottenburg-Wilmersdorf, Kempten, Praga e San Sebastian.


LA
TONCA

Domenica
25 giugno 2017, ore 20.15
Ponte S.Lorenzo

E' la riproposizione in chiave burlesca di un'antica pena che pare fosse praticata tra il XIV e XVII secolo. Era inflitta ai bestemmiatori e prevedeva che il condannato, imprigionato in una gabbia, fosse calato dalla Torre Verde, attigua al Castello del Buonconsiglio, e immerso nelle acque del fiume Adige che, al tempo, lambiva le mura cittadine. Il tutto si è trasferito ora nei pressi del ponte di San Lorenzo e la “Tonca” rappresenta, con l'immancabile condanna, l'atto finale del “Tribunale di penitenza” nel corso del quale erano stati identificati i candidati al “pubblico castigo”.

LA MASCHERADA DEI
CIUSI E DEI GOBJ

Lunedì
26 giugno 2017, ore 21.00
Piazza Fiera

Rievocazione storica di un episodio accaduto nel VI secolo, successivamente ripreso e rappresentato in modi e forme diverse. Secondo i documenti storici, in occasione di alcuni lavori in programma a Trento, tra gli operai locali e le maestranze provenienti dalla città di Feltre nacque una dura disputa per procurarsi i vettovagliamenti. La “Mascherada” si sviluppa attraverso la lotta tra i “Gobj” (i trentini) e i “Ciusi”, (i feltrini) per la conquista della polenta, simbolo della vita che veniva garantita dal cibo quotidiano.

scopri di più

CORTEO
STORICO


Venerdì
23 giugno 2017, ore 20:30
Castello del Buonconsiglio - Centro Storico

Oltre seicento personaggi in costume sfilano lungo le vie del centro cittadino. Si tratta di una rievocazione storica itinerante alla quale partecipano, accanto ai notabili della città del Concilio, i componenti di gruppi provenienti dall'intera provincia di Trento. Un percorso della memoria che ci conduce dal Medioevo fino alla metà dell'Ottocento.




PROCESSIONE
DI S. VIGILIO E
PONTIFICALE
SOLENNE

Lunedì
26 giugno 2017, ore 9.30
Chiesa di S. Maria Maggiore

Dalla chiesa di S. Maria Maggiore partirà la processione che porterà l'urna di S. Vigilio all’interno della cattedrale dove, alle ore 10.00, sarà celebrato il Pontificale solenne da Mons. Lauro Tisi, Arcivescovo di Trento.

Durante la funzione saranno benedetti il Pane e il Vino di S. Vigilio, che saranno successivamente distribuiti in Piazza Duomo.


FUOCHI DI
SAN VIGILIO

Lunedì
26 giugno 2017, ore 23.00
Maso Mirabel

Di spettacoli pirotecnici in programma a Trento in occasione delle Feste patronali si trova documentazione già nel XVI secolo. Si tratta dunque di una tradizione profondamente radicata nella popolazione e a questo evento si dava in passato grande rilievo in quanto era credenza comune che i “fuochi” fossero molto graditi al Santo protettore. Momento conclusivo delle Feste Vigiliane, richiama il pubblico lungo le rive del fiume Adige ai piedi di Maso Mirabel (ex cava Italcementi) al termine della Mascherada dei Ciusi e dei Gobj.